F8 L’inzio di una rivoluzione [Facebook 8 n.d.r.]

Nella conferenza tenuta da Zuckemberg, Facebook ha annunciato le nuove linee guida e i nuovi aggiornamenti che la piattaforma avrà da qua a breve tempo.

Prima notizia, forse meno la importante e la più scontata, il consueto aggiornamento dello “style” del social (avrete già notato come primo passo il cambio di grafica dell’app), l’intento è quello di aumentare lo spazio delle community e dei gruppi, sempre più importanti per l’azienda di Palo alto; con anche la possibilità si switchare ad una veste più “dark” dell’app.

Quindi: l’algoritmo, la grafica o, più in generale, Facebook nel suo intero sempre più group based e per questo molto tempo è stato speso nell’aggiornamento e nell’usabilità dei gruppi da parte degli utenti. Il dato è inequivocabile, più di 400 milioni di persone fanno parte e interagiscono sui gruppi, unico spazio che ancora garantisce un’engagement di alto livello senza a l’uso di ADV [Advertising, pubblicità n.d.r.], fatto salvo per qualche eccezione.

In quest’ottica è stata ridisegnata la news feed, con maggiore personalizzazione che renderà più semplice accedere a nuovi gruppi in linea con i tuoi interessi.

Aggiornamenti e non di poco conto anche per la piattaforma cugina, Instagram, che preannuncia una vera e propria rivoluzione. L’Instagram Shop from Creators, che consentirà di vendere direttamente sul social, senza il bisogno di appoggiarsi ad un eCommerce. Questo cambiamento non è ASSOLUTAMENTE da sottovalutare, anzi è probabilmente un cambiamento epocale. Adidas dichiara (stanno beta testando il servizio da gennaio) un incremento del 40% delle vendite online. Naturalmente, per il servizio, è prevedibile una commissione che sarà concessa al social, non si hanno ancora notizie in merito in relazione a che percentuale, ma si preannuncia un vero e proprio scossone dal punto di vista delle vendite online, soprattutto in relazione a determinati target di clientela e prodotti.

Questo ha anche dei riscontri, nel medio periodo, che daranno un potere commerciale alle aziende di mark. Come Amazon è in possesso di centinaia di migliaia di dati aggregati sui nostri comportamenti di acquisto, anche Instagram aumenterà la sua banca dati, permettendo di prevedere i mutamenti del mercato in maniera matematica e con molto anticipo

Inoltre per quanto riguarda le stories non sarà più necessario iniziare per forza da un video o una foto, ma si potrà iniziare da adesivi e disegni.

Aggiornamenti anche in casa Whatsapp con la possibilità di creare ed utilizzare un catalogo, permettendo così di vedere i prodotti di un’attività e aggiungendo l’integrazione per far transitare i pagamenti sull’app.

Ti è piacuto quello che hai letto? Conosciamoci meglio