Facebook è uno strumento a pagamento, questo deve entrare in testa a tutti!
Naturalmente stiamo parlando di Facebook per le aziende, diciamo lato business. Ad oggi, gennaio 2019, abbiamo, oltre ai profili personali, anche la possibilità di creare sul social di Mark gruppi e pagine e Facebook conta più di 2,1 miliardi di utenti registrati.

Proprio le pagine sono lo strumento più caratteristico, infatti questo tipo di profilo, prettamente aziendale, sono lo strumento che ti offre la possibilità di investire dei soldi per fare dell’advertising.
Cosa? Deve spendere dei soldi su Facebook? Ma stiamo scherzando… io ho 2000 amici, posto e lo vedono tutti, come faccio a non diventare ricco?
Ecco se pensi questo esci dal nostro sito, tanto ti sto per dire tutto il contrario. Questo social media ha tonnellate di dati e comportamenti al suo interno che creano dei dati aggregati che sono indispensabili per le azioni di marketing.

Andiamo nel concreto. Se un’azienda possiede una pagina con 100 like e propone un proprio contenuto non tutti quelli che seguono l’azienda lo vedranno e questo perchè (ovviamente) Facebook vuole monetizzare dal suo enorme bacino di iscritti. Quanti soldi mettere per raggiungere le persone? Dipende… ma sostanzialmente il più possibile.

Le variabili che determinano il prezzo per raggiungere tutte le persone che hanno messo like alla tua pagina e raggiungere chi non l’ha ancora fatto ma può essere interessato, sono una miriade e sta a noi trovarle e consigliarti. Ma la principale è una sola: il contenuto. Il contenuto dei tui post deve essere bello e interessante per qualcuno.
Content is King!
Regola numero uno della comunicazione. Se non ha niente da dire non dirlo.

Il servizio pubblicitario offerto da Facebook permettete un altissimo numero di personalizzazioni: posso scegliere età, sesso, luogo geografico, interessi, connessioni e mille altre alternative che non stiamo ad elencare per non fare notte.
Questa altissima capacità di segmentazione, capacità che hanno pochissimi altri strumenti, permettete di avere un’altissima resa potenziale.

Naturalmente le ADV di Facebook, come degli altri social network, sono solo uno strumento che deve essere all’interno di una strategia che deve, a sua volta, integrarsi tra molte altre componenti per portare del ROI [Return On Investment n.d.a.] alla tua azienda.

Una raccomandazione che facciamo spesso ai nostri clienti e interlocutori. Se decidete (non so per quale ragione) di non affidarvi a degli specialisti, cosa che vi servirebbe ne sono sicuro (no sul serio… insisto), non lasciate i social in mano agli stagisti relegandoli ad un angolo della vostra strategia senza neanche un pochino di budget stanziato perchè state solamente concedendo dello spazio ai vostri competitors a cui concedete quindi un vantaggio che diventerà sempre più difficile da colmare in futuro.

Ti è piacuto quello che hai letto? Conosciamoci meglio