Ci stiamo rivolgendo, ovviamente, a chi lo fa con un intento di business e NON per un vezzo personale.
Aumentare i follower in maniera totalmente casuale spesso e volentieri non serve assolutamente a nulla. I follower sono per definizione coloro i quali vi seguono, sono interessati a ciò che comunicate e con cui create un rapporto vero ed efficace.

L’aumento dei follower per il tuo business, tendenzialmente, è volto a monetizzare e strumentalizzarli facendo passare i messaggi che più ci interessano.

Per esempio se io ho una community nutrita e promuovo un prodotto in target l’azienda che possiede questo prodotto può pagavi per postarlo. Ma se ho aumentato i miei follower a caso, senza una crescita omogenea e creo un gruppo di persone a cui non interessa nulla di quello che faccio la crescita della mia community non è servita a una mazza.

Ben diverso se la crescita è dovuta ad una vostra abilità nella contenutistica. Se tutti i giorni postate cose interessanti (magari di un solo settore) state, volontariamente o meno, mettendo le basi per monetizzare con coloro i quali sono i vostri follower.
Questi sono quelli che oggi sono chiamati influencer, persone che con la loro “opinione” influenzano le persone nel loro comportamento d’acquisto. Ed è proprio questo fenomeno che ha creato questa “corsa” ai follower.

Tutti voglio essere pagati per farsi fare delle foto da postare sui social ma se pensate che comprare followers a caso sia la soluzione, siete in realtà fuori strada.

Una conclusione finale. Esistono moltissimi servizi, società e realtà che ti aiutano ad aumentare i seguaci, non le sto denigrando, esse possono offrire un servizio anche ottimo creando magari un pubblico omogeneo e aiutandovi nella contenutistica, ma la scelta di rivolgersi a queste società dev’essere presa consapevolmente e con obiettivi in mente ben precisi.

Conosciamoci meglio